BABY FACS: Analisi del comportamento emozionale del volto nei neonati e bambini piccoli attraverso l’applicazione del Baby – FACS di H. Oster, 18 maggio 2012 – 8 crediti ECM

pfadmin 17 febbraio 2012 0
BABY FACS: Analisi del comportamento emozionale del volto nei neonati e bambini piccoli attraverso l’applicazione del Baby – FACS di H. Oster,  18 maggio 2012 – 8 crediti ECM

18 maggio 2012 dalle 9.00 alle 18.00   Il corso ha ottenuto 8 crediti ECM per le professioni di:

Psicologi, Medici, Fisioterapisti, Infermieri professionali, Infermieri pediatrici, Educatori professionali, Logopedisti, Terapisti della neuro e della psicomotricità

 

Il volto è il luogo dove si concentra la maggior parte delle informazioni sensoriali, sia che un soggetto le esibisca come emittente, sia che le «legga» sul volto dell’altra persona, come ricevente all’interno di un processo comunicativo. Secondo Ekman e Friesen «il volto è un sistema di risposta multisegnale, multi messaggio, capace di un’enorme flessibilità e specificità».

Le tecniche atte alla misurazione del comportamento facciale sono nate sostanzialmente per rispondere a svariati quesiti, riguardanti i legami esistenti tra le espressioni del viso e le caratteristiche di personalità, l’esperienza emotiva, i processi comunicativi, ecc. Le emozioni di base sono registrate da cambiamenti dei muscoli della fronte, delle sopracciglia, delle palpebre, delle guance, del naso, delle labbra e del mento, per cui l’area di maggiore interesse per lo studio dell’espres­sione delle emozioni è il volto.

Il sistema di misura inventato da Ekman e Friesen «Facial Action Coding System – FACS» è il più comprensivo, il più usato e versatile. Il FACS fu sviluppato per determinare come le contrazioni di ogni muscolo facciale, singolarmente o in combinazione con altri muscoli, cambiano le sembianze di un volto.

A questo si è aggiunto il Baby F.A.C.S. Facial Action Coding System for Infants and Young Children, elaborato da Ekman e H. Oster, che sottolinea le somiglianze e le differenze fra adulto e bambino.

Riconoscere le espressioni delle emozioni primarie (gioia, rabbia, disgusto, paura, sorpresa, tristezza) risulta fondamentale in quanto esse sono universali e, quindi, non si differenziano nelle diverse culture ed etnie.

Al termine del corso il discente avrà acquisito competenze tecnico professionali riguardanti la comunicazione relativa ai neonati e ai bambini e sarà in grado di gestire meglio la relazione professionale con queste categorie applicandovi i fondamenti della comunicazione interpersonale.

Associazione Centro di Psicologia e Psicoterapia Funzionale di Padova


Il Centro di Psicologia Funzionale di Padova è un’Associazione Culturale che dagli anni Ottanta si muove nel campo della psicologia e della psicoterapia con diversi professionisti. Tutti condividono l’epistemologia Funzionale, basata sul Neofunzionalismo, quale modello clinico e di ricerca.

Lo sviluppo teorico ed esperienziale del Centro è sempre avvenuto in stretta collaborazione ed all’interno dell’organizzazione scientifica della Società Italiana di Psicoterapia Funzionale (S.I.F.).

Le numerose attività psicologiche e di ricerca perseguono scopi di prevenzione, di cura e di mantenimento del benessere e della salute della persona, considerata nella sua interezza ed in ogni fase della vita, dal bambino all’anziano ed in tutte le espressioni di genere. Tutto ciò sempre accompagnato da una costante attenzione tanto all’area di ricerca, quanto alla formazione in quest’ambito e alla modalità di sensibilizzazione sul territorio per quest’area di recente sviluppo.

L’Istituto SIF di Padova è una delle cinque sedi riconosciute in Italia della Scuola Europea di Specializzazione in Psicoterapia Funzionale (Riconosciuta dal MIUR con D.D. del 16/11/00).

Per info: www.psicoterapiafunzionale.it

 

CRF Onlus


Il CRF è stato fondato da un gruppo di studiosi della comunicazione non verbale che si sono formati con Erika L. Rosenberg, Harriet Oster e Daniel S. Messinger, e che hanno ottenuto l’abilitazione come codificatori FACS, rilasciata dagli autori: Paul Ekman, Wallace V. Friesen, Joseph C. Hager.
L’approccio che è utilizzato nell’analisi dei soggetti è globale, osservando sia la grammatica mimica che quella gestuale.
Essi applicano il metodo di codifica dei comportamenti muscolari del volto in vari ambiti.
In particolare le ricerche si sono focalizzate sulla percezione delle emozioni, delle risposte facciali di neonati e bambini entro il primo anno di vita, di soggetti con disturbi dello spettro autistico.

Per info: http://www.facsitaly.altervista.org

 

Obiettivi formativi


Questo corso teorico ha l’obiettivo di presentare:

  • Ruolo della comunicazione non verbale
  • Metodi di osservazione del comportamento
  • Metodo Facial Action Coding System (Ekman &Friesen, 1978)
  • Congruenza tra gli elementi del comportamento spaziale, motorio gestuale, visivo, mimico del volto e degli aspetti non verbali del parlato
  • Ruolo della mimica facciale volontaria e involontaria
  • Le differenze anatomiche tra adulto e neonato
  • I sistemi di codifica delle espressioni facciali nei neonati e bambini piccoli
  • La codifica delle diverse emozioni nei neonati (Interesse, Sorpresa, Gioia, Dolore, Rabbia, Disgusto, Paura, Tristezza)

Adesioni e iscrizioni


Il costo dell’iscrizione è di 80 euro. Ci sono a disposizione per studenti e specializzandi 10 posti al costo di 60 euro. I posti verranno assegnati ai primi 10 che si iscriveranno.

Per iscriversi, inviare in una e-mail a l.casetta@psicorporea.it la scheda di iscrizione e la ricevuta del bonifico bancario, con specificato nella causale il proprio nome.

Il bonifico va intestato a:

Associazione Centro di Psicologia e

Psicoterapia Funzionale – Istituto SIF

UNICREDIT BANCA

Filiale di Padova Via Verdi

IBAN: IT 28 Y 02008 12123 000100438593

Docenti F.A.C.S.


E. Kermol: Phd, presidente CRF – Centro Ricerca F.A.C.S. (Facial Action Coding System), coordinatore del master in ostetricia e counseling sociosanitario (Facoltà di Medicina e chirurgia – Università di Trieste), docente di psicologia generale e di psicologia della comunicazione presso l’Università di Trieste.

J. Leghissa: Phd, ricercatore universitario presso Laboratoire d’Imagerie et de Neurosciences Cognitives dell’Istituto CNR di Strasburgo, docente di psicologia della personalità presso l’Università di Trieste.

 

volantino con scheda di iscrizione


Resta aggiornato sui corsi ECM!

Iscriviti alla newsletter!

Leave A Response »