Intervento clinico in età evolutiva

pfadmin 3 marzo 2012 0
Intervento clinico in età evolutiva

La terapia in età evolutiva è finalizzata ad intervenire su sintomi di disagio quali i disturbi di comportamento, fobie, timidezza, ansia scolastica. Il lavoro col bambino inizia generalmente con un colloquio con i genitori, che espongono al terapeuta il problema che rilevano nel bambino, seguito da un incontro basato sul gioco tra il terapeuta e il bambino. Attraverso il gioco, il terapeuta valuta quali capacità sviluppare per intervenire sul problema. Talvolta, per una valutazione accurata, può essere richiesto dal terapeuta un colloquio con insegnanti o con altre figure di riferimento del bambino. Gli incontri col bambino, conclusasi la fase diagnostica, sono a cadenza settimanale e durano un’ora e sono sempre basati sul gioco e su attività che possono stimolarne l’interesse. Ogni 5-8 incontri (o quando necessario) il terapeuta incontra i genitori per spiegare il percorso in atto e per confrontarsi sulle strategie da mettere in atto fuori dal contesto di terapia col bambino, per rendere maggiormente efficace l’intervento e non creare discrepanze. Per fissare un colloquio informativo contattare la dott.ssa Giulia Grazioli o lasciare il proprio numero alla Segreteria, chiedendo di essere ricontattati per fissare un colloquio per un intervento in età evolutiva.

 

 

Leave A Response »