MASSAGGIO NEONATALE E DEPRESSIONE POST-PARTUM

pfadmin 27 marzo 2012 1
MASSAGGIO NEONATALE E DEPRESSIONE POST-PARTUM

La depressione post-partum colpisce circa una mamma su dieci, ha terribili effetti sul neonato e correla con difficoltà relazionali madre-bambino. Dopo la loro nascita le madri depresse, infatti, “toccano” i loro figli meno delle madri non depresse (Lundy, 1996); i bambini nati da madri depresse mostrano performance inferiori nel Brazelton Neonatal Behavior Assessment (un esame che valuta la risposta del neonato alle stimolazioni visive, uditive, sociali e non sociali, e il comportamento motorio del neonato, la capacità di auto-consolarsi e i riflessi). Questi neonati sono anche meno attenti e meno responsivi alle facce (Lundy, 1997), e la loro percezione uditiva, tattile e degli stimoli visivi è meno sviluppata (Hernandez-Reif, 2000). Inoltre, l’attività del loro elettroencefalogramma è simile a quella delle loro madri depresse (Jones, 1998).

Tali dati derivano, probabilmente, dal fatto che questi bambini sono stati esposti agli alti livelli degli ormoni dello stress delle loro madri durante la gravidanza, infatti, alla nascita i neonati hanno gli stessi livelli alterati di cortisolo delle madri (Lundy, 1999), per cui sono essi stessi in condizione di stress. Quando la depressione della madre continua, la crescita e lo sviluppo del bambino sono ritardati. Se la madre è ancora depressa sei mesi dopo il parto, il bambino tipicamente pesa meno del normale e ad un anno ha punteggi più bassi nella scala mentale e motoria di Bayley.

Poiché la depressione post-partum delle madri compromette lo sviluppo del loro bambino, è stata sperimentata l’efficacia di numerosi interventi, tra cui quello mirato a ricostruire la relazione tra mamma e neonato attraverso il tocco, mediante l’insegnamento di tecniche di massaggio neonatale. Nello studio di Onozawa (2001), è stato dimostrato che le madri risultate depresse all’Edinburgh Postnatal Depression Scale (EPDS) dopo 4 settimane dal parto, che hanno partecipato ad un gruppo di massaggio neonatale e ad un gruppo di sostegno, dopo 5 settimane hanno ottenuto punteggi più bassi all’EPDS e migliorato la loro interazione con i figli (documentata mediante videoregistrazione). Nel gruppo di controllo, le madri hanno partecipato solo ad un gruppo di sostegno e ottenuto punteggi migliori all’EPDS senza però migliorare la loro relazione coi bambini.

Gli effetti benefici dell’introduzione di tecniche con tocco e massaggio neonatale si possono, quindi, osservare sia sul bambino (da un punto di vista strettamente pediatrico), che sulla relazione che si instaura tra la madre e il bambino, permettendo un maggior benessere da parte di entrambi.

Dott.ssa Laura Casetta

Bibliografia

Onazawa , K. (2001). Infant massage improves mother–infant interaction for mothers with postnatal depression. Journal of Affective Disorders, 63, 201-207.

Lundy, B., Field, T.M., Cigales, M., Cuadra, A., and Pickens, J. (1997). Vocal and facial expression matching in infant of mothers with depressive symptoms. Infant Mental Health Journal 18: 265-273.

Lundy, B.L., Jones, N. A., Field, T., Nearing, G., Davalos, M., Pietro, P., Schanberg, S., and Kuhn, C. (1999). Prenatal depression effects on neonates. Infant Behavior and Development 22: 121-137.

Lundy, B. L., Field, T., Cuadra, A., Nearing, G., Cigales, M., and Hashimoto, M. (1996). Mothers with depressive symptoms touvhing newborns. Early Development and Parenting 5: 129-134.

Jones, N.A., Field, T., Fox, N.A., Davalos, M., Lundy, B., and Hart, S., (1998). Newborns of mothers with depressive symptoms are physiologically less developed. Infant Behavior and Development 21: 537- 541.

Hernandez-Reif, M. (2000). Perception of newborns. Paper presented at International Conference on Infant Studies, Brighton, England.

One Comment »

  1. Stress at work 16 aprile 2015 alle 15:41 - Reply

    Great article.

Leave A Response »