IL SAPORE DEL MONDO: la Meraviglia dello scoprire, 31 gennaio e 1 febbraio 2013

pfadmin 13 gennaio 2013 0
IL SAPORE DEL MONDO: la Meraviglia dello scoprire, 31 gennaio e 1 febbraio 2013

Giovedì 31 Gennaio – Venerdì 1 Febbraio 2013 dalle ore 10.00 alle ore 17.00

L’essere umano non può esimersi dal fare esperienza del mondo, dall’esserne in continuità attraversato e modificato. L’organismo vivente è profusione del sensibile, è inscritto nel movimento delle cose e si mescola ad esse con tutti i sensi. Attraverso il Sentire prendiamo coscienza di Sé; tramite le sensazioni e le percezioni, che ci attraversano, sperimentiamo la nostra esistenza. I sensi fanno conoscere, percepire l’altro, la realtà, la diversità, sono l’elemento costruttivo del poter agire e del poter scegliere. A volte ci si sofferma su una sensazione che dà più senso di altre: un suono, un sapore, un volto, un paesaggio, un contatto corporeo che ci restituisca il senso della presenza e ravviva la consapevolezza. La percezione è nella connessione elaborativa e si codifica riflessivamente con l’intero Sé per la propria efficacia. Ognuno di noi cammina in un universo sensoriale che è legato a ciò che la sua storia personale ha prodotto. Nel percorrere il medesimo bosco, individui diversi sono sensibili a cose differenti. Non esiste una verità del bosco ma moltitudine di percezioni secondo le prospettive, le aspettative, la diversa appartenenza sociale e culturale. Ciò che scopriamo, superando il pregiudizio, guardando con occhi ingenui, ci apre a significati e significanti codificati, un mondo di valori, di differenze con gli altri, di convivenza e di comunicazione in relazione con l’ambiente. Lo stupirsi e il Meravigliarsi del mondo che ci circonda, un poter essere alla scoperta dell’altro in un processo fluido dal noto all’ignoto e dall’ignoto al noto, sapendo coglierne la ricchezza e la bellezza come base della creatività per rendere la qualità di vita piacevole e piena.

Oggi si parla molto di Benessere e lo si ricerca in una infinità di metodi e tecniche, in surrogati e a volte in una quantità di attività affannose e superficiali.

Il Benessere comincia dall’ascolto delle sensazioni positive, situazione che sperimenteremo assieme durante le due giornate di lavoro.

THE TASTE OF THE WORLD: The Wonder of discovering

The human being cannotget out of experiencing the world, of being in continuity crossedand modified by it. The living organism is a profusion of thesensitive, it is inscribed in the movement of things and gets mixed with them with all the senses. ThroughtheFeelwe become aware of the Self; through the feelings and perceptions, thatcross us, we experience our existence. The senses let to know, to perceive the other, the reality, the diversity,they are the constructive element of being able to act and to choose. Sometimes there is a dwell upon a feeling that gives more sense than others: a sound, a taste, a face, a landscape, a body contact that gives back to us the sense of presence and revives the awareness. Perception is in theelaborative connection and codifies reflexively with the whole Self for its effectiveness. Each of us walks into a sensory universe that is related to what one’s own personal history has produced. Going through the same wood, different individuals are sensitive to different things. There is not one truth in the wood but a multitude of perceptions according to the perspectives, expectations, the differences in social class and culture. What we discover, exceeding the prejudice, looking with innocent eyes, opens us to meanings and encoded signifiers, a world of values, of differences with the others, of coexistence and communication in relation to the environment. Be astonished and Wonder at the world that surround us, being able to be in discovery of the other in a fluid process from the known to the unknown and the unknown to the known, being able to grasp the richness and the beauty as the basis of creativity to make the quality of life pleasant and full. Today there is much talk about Welfare and there is a research of itin a multitude of methods and techniques, in substitutes and sometimes in a lot of activity gaspingand superficial. The Wellness begins by listening to positive feelings, a situation that we will experience together during the two days of work.

Riferimenti teorici

Il Funzionalismo Moderno (Rispoli, 2004), sulla cui epistemologia si basa il costrutto clinico della Scuola Europea di Formazione in Psicoterapia Funzionale, nasce dalla necessità di integrare nella teoria e nella pratica psicoterapeutica le più recenti acquisizioni della ricerca scientifica sull’integrazione del Sé. Questo modello guarda il mondo affettivo delle emozioni, il mondo cognitivo con i ricordi, il simbolico e l’immaginativo, il linguaggio dei movimenti e delle posture, i sistemi psicofisiologici come Piani integrati in cui il Sé si organizza, e permette di intervenire con un’operatività capace di soddisfare i bisogni del Sé in modo integrato ed armonioso.

Ciascuno dei Piani Funzionali (Emotivo, Cognitivo, Posturale, Fisiologico) è caratterizzato da un preciso quadro di Funzioni che lo specifica, modulandosi in interazione con gli altri, affinché la persona possa esprimere ciascuno dei suoi Funzionamenti di Fondo, nei processi adattivi della vita quotidiana, nel modo più ampio possibile.

Contenuti

  • Entrare in contatto profondo con le proprie Sensazioni
  • Conoscere e percepire l’altro oltrepassando il pregiudizio
  • Sperimentare la scoperta dell’altro in un processo fluido dal noto all’ignoto e dall’ignoto al noto attraversando la Meraviglia dello scoprire
  • Ritrovare meraviglia e stupore nella sicurezza delle cose note e della quotidianità
  • Sperimentare il movimento per scoprire nuove risorse ed utilizzarle nella vita

Contents

  • Get in deep touch with one’s ownsensations
  • Know and perceive the other going beyond the prejudice
  • Experience the discovery of the other in a fluid processfrom the known to the unknown and the unknown to the known through the Wonder of discovering
  • Find wonder and astonishment in the safety of familiar things and everyday life
  • Experience the movement to discover new resources and use them in life

Destinatari

Il percorso formativo è rivolto a tutti coloro, inclusi studenti e specializzandi, che intendono sviluppare capacità personali attraverso esperienze pratiche che approfondiscono il tema proposto.

Metodologia

Il lavoro prevede tecniche che fanno riferimento alla matrice della Psicologia Funzionale: attività in gruppo ed in coppia con tecniche di psicocorporee di contatto e tocco; un lavoro che coinvolge in una piena Consapevolezza e Conoscenza per il riconoscimento e l’integrazione delle proprie emozioni, sensazioni e vissuti.

Trainer

Dott. Giuseppe Rizzi  Psicologo, Psicoterapeuta, Docente e Didatta S.I.F

Adesioni ed iscrizioni

La quota di partecipazione al corso formativo è di €100 + IVA e andrà versata nella prima giornata di corso.

L’adesione va segnalata alla segreteria dell’Associazione Centro di Psicologia e Psicoterapia Funzionale – Istituto S.I.F. di Padova entro il 29 gennaio 2013. L’iscrizione può avvenire via telefonica, o inviando il modulo retro stampato via e-mail o fax.

Si prega di indossare un abbigliamento comodo (tuta e calzini)

Volantino con scheda di iscrizione

 


Resta aggiornato su Attività, Seminari, e Workshop!

Iscriviti alla newsletter!

Leave A Response »