Il paziente con disabilità psichica grave: la visione Funzionale

pfadmin 11 febbraio 2013 0
Il paziente con disabilità psichica grave: la visione Funzionale

Il paziente disabile psichico, dal punto di vista Funzionale, presenta delle gravi alterazioni su tutti i piani del Sé. Le Funzioni sono sclerotizzate, ipotrofiche o ipertrofiche, i piani sono sconnessi (Rispoli, 2004). In particolare, vi è una grave compromissione del piano cognitivo e della “Funzione Controllo” che è del tutto inefficiente nel gestire gli stimoli interni ed esterni: i pazienti non riescono a filtrare e organizzare tali stimoli, per cui dall’interno e dall’esterno vengono stimolati a più livelli in modo disorganizzato, condizione che provoca in questi utenti disorientamento e paura. Tali vissuti sono causa di sofferenza e disagio causando esplosioni di rabbia incontrollate che, a volte, sono l’unica modalità per far fronte al disagio psichico. Si tratta di un’organizzazione compensativa alterata delle esperienze, soprattutto di quelle in cui il deficit strutturale del controllo è coinvolto e sono iper-utilizzate funzioni compensative. L’unico controllo di sé e della realtà che questi pazienti riescono ad avere è quello abitudinario che spesso diventa rigido e stereotipato (manierismi, rituali, compulsioni). Un altro modo per poter gestire la stimolazione è quello di alzare le soglie percettive riducendo notevolmente le sensazioni che questi pazienti possono avvertire e provare. Le soglie alterate sono visibili nei comportamenti autolesionistici che spesso rimangono l’unica modalità per Sentire e Sentirsi.

All’interno di questo quadro, il paziente disabile grave si presenta posturalmente molto chiuso e trattenuto (“chiusura psichiatrica”), si muove in modo stereotipato, rigido e a scatti, è diffidente e, a volte, aggressivo o spaventato.

Dott.ssa Ester Boccasso
Dott.ssa Rita Pinetti

Bibliografia

Andriello, B., Rispoli, L. (1988). Psicoterapia corporea e analisi del carattere. Bollati Boringhieri, Torino.

Boccasso E. (2008). Terapia Funzionale per Disabili Psichici Gravissimi. Tesi di Specializzazione

Rispoli, L. La specificità Funzionale nell’intervento complessivo di aiuto al disabile. In press.

Rispoli, L. (2004). Esperienze di Base e sviluppo del Sé. Franco Angeli, Milano.

Rizzi, G., Pinetti, R., Boccasso, E., Casetta, L., Buoso, L., Tratzi, M., Castello, G., (2010). L’approccio Multidimensionale alla Disabilità Psichica Grave: l’intervento Funzionale per la relazione possibile. Associazione Centro di Psicologia e Psicoterapia Funzionale – Ist. SIF Padova.

Leave A Response »