Il tocco nella relazione di cura dell’anziano, 9 e 10 novembre 2013 – in fase di accreditamento ECM

pfadmin 28 agosto 2013 3
Il tocco nella relazione di cura dell’anziano, 9 e 10 novembre 2013 – in fase di accreditamento ECM

Sabato 9 e Domenica 10 Novembre 2013 dalle 9:00 alle 18:00

Il corso è in fase di accreditamento ECM per le professioni di: Psicologi (tutte le discipline), Medici (tutte le discipline), Fisioterapisti, Infermieri professionali, Educatori professionali, Assistente sanitario e Tecnico di neurofisiopatologia.

L’intervento Funzionale nell’ambito dell’anzianità ha l’obiettivo di migliorare la qualità di vita dell’anziano, lavorando sul Sé profondo, attraverso la relazione che si instaura tra l’anziano e chi lo accudisce, rendendola più empatica ed attenta ai Bisogni di base. Questo è reso possibile mediante l’utilizzo di un contatto profon­do con l’anziano.

Obiettivi formativi


L’anziano sperimenta, in questa fase della vita, una sempre maggior riduzione della gamma di possibilità che da adulto possedeva nell’affrontare la quotidianità. Ad esempio si riduce la mobilità, la forza, la prontezza dei riflessi e la velocità nei processi cognitivi. Anche gli organi di senso perdono la loro sensibilità e si riscontra spesso una diminuzione della vista o dell’udito. Questi cambiamenti fanno sentire l’anziano in una posizione di fragilità, di bisogno dell’altro. Tali sensazioni spesso hanno ripercussioni sul piano emotivo per cui l’anziano può sentirsi triste, malinconico o a volte ostile e arrab­biato, nel riattraversare Esperienze vissute in diversa Vitalità.

Questa situazione viene ulteriormente complessificata nel momento in cui i familiari non sono più in grado di gestire l’anziano a casa e decidono di inserirlo in una struttura per anziani come l’RSA. L’anziano viene decontestualizzato, perdendo dei riferimenti che prima gli davano delle sicurezze, rendendolo così ancora più fragile. Inoltre, perde il contatto con la quotidianità, con le proprie cose, con la possibilità di gestire i propri tempi e i propri ritmi. Non può più decidere della propria quotidianità e perde grossa parte della propria autonomia. L’impatto emotivo conseguente a questo passaggio spesso è molto intenso e porta alla depres­sione o ad una chiusura ostile molto forte. Questa interruzione di Continuità e di Autonomia influisce sulla qualità di vita dell’anziano e sulle relazioni che si instaurano con le figure che se ne occupano (medici, infermieri, psicologi, operatori O.S.S.) che devono poter cogliere nei modi della loro attività la possibilità di ridurre gli effetti negativi della istituzionalizzazione e della decadenza di alcuni importanti Funzionamenti.

Questo corso teorico-esperienziale ha l’obiettivo di:

  • Presentare l’anzianità dal punto di vista della Psicologia Funzionale;
  • Mostrare e far sperimentare ai partecipanti diverse modalità per entrare in contatto con l’anziano;
  • Far sperimentare agli operatori la condizione di necessità e bisogno tipica dell’anziano, in modo che possano poi essere più efficaci nella loro attività di gestione e cura;
  • Far riflettere sul ruolo della relazione;
  • Ripensare a come le attività per l’anziano possono diventare un mezzo relazionale e di soddisfacimento dei suoi Bisogni profondi;
  • Aggiornare sulle ricerche sull’istituzionaliz­zazione e sugli effetti del tocco;
  • Proporre delle tecniche di contatto per pazienti istituzionalizzati o affetti da morbo di Alzheimer.

Programma

Sabato 9 novembre 2013

9.00 – 9.30 Registrazione partecipanti

9.30 – 10.30  “L’anziano secondo il modello Funzionale e intervento mediante il tocco

10.30 – 10.45 Pausa

10.45 – 13.00  “La comunicazione non verbale

13.00 – 14.00 Pausa Pranzo

14.00 – 16.00  “Sperimentare la condizione di bisogno e di fragilità

16.00 – 16.15 Pausa

16.15 – 18.00  “Discussione in gruppo del problema della comunicazione e della relazione con l’anziano

Domenica 10 novembre 2013

9.00 – 10.30  “La relazione con l’anziano per il soddisfacimento dei suoi bisogni basilari

10.30 – 10.45 Pausa

10.45 – 11.45  “La costruzione di tecniche per anziani (lavoro di gruppo)

11.45 – 13.00  “Role Playing

13.00 – 14.00 Pausa Pranzo

14.00 – 16.00  “Aggiornamento scientifico sull’anziano: qualità di vita, effetti dell’istituzionalizzazione, perché toccare l’anziano

16.00 – 16.15 Pausa

16.15 – 18.00  “Tecniche di tocco-massaggio Funzionale integrato per pazienti Alzheimer

18.00 – 18.30 Questionario finale di valutazione dell’apprendimento.

 Si prega di indossare un abbigliamento comodo (tuta e calzini)

Docenti


G. Rizzi: Psicologo, Psicoterapeuta Funzionale, Fon­datore e Presidente del Centro di Psicologia e Psico­terapia Funzionale di Padova, Didatta S.I.F.

L. Rizzi: Psicologo, Psicoterapeuta S.I.F.

L. Casetta: Psicologa, Psicoterapeuta Funzionale

 

Adesioni e iscrizioni


Il corso è aperto a un numero massimo di 25 partecipanti.

Il costo dell’iscrizione è di 125 euro. Per studenti e specia­lizzandi è di 90 euro.

Per iscriversi, inviare tramite e-mail a l.casetta@psicoterapiafunzionale.it la scheda di iscrizione e la ricevuta del bonifico bancario.

Il bonifico va intestato a:

Associazione Centro di Psicologia e

Psicoterapia Funzionale – Istituto SIF

UNICREDIT BANCA

Filiale di Padova Via Verdi

C/C 000100438593

IBAN IT 28Y02008 12123 000100438593


Resta aggiornato sui corsi ECM!

Iscriviti alla newsletter!

3 commenti »

  1. francesco egidi 17 luglio 2012 alle 13:23 - Reply

    quando scadono le iscrizioni al corso ecm: l’intervento funzionale nella cura dell’anziano?

    • pfadmin 25 settembre 2012 alle 15:47 - Reply

      Gentile Francesco, le iscrizioni scadono giovedì 11 ottobre.

      Cordiali saluti
      dott.ssa Laura Casetta

  2. Amy 20 aprile 2016 alle 19:26 - Reply

    There’s definately a lot to learn about this issue. I like all the points you’ve made.

Leave A Response »