PERCHE’ CANTARE RENDE FELICI?

pfadmin 23 dicembre 2017 0
PERCHE’ CANTARE RENDE FELICI?

PERCHE’ CANTARE RENDE FELICI?

Gli effetti benefici prodotti dal canto sul nostro organismo sono riconosciuti da ogni cantante, che sia professionista, amatoriale o semplicemente da chi canta sotto la doccia. Cantare rende felici, anche se ciò è difficile da misurare.

Quando si canta, le vibrazioni musicali si muovono dentro di noi, alterando fisicamente ed emotivamente il nostro corpo. Il canto di gruppo, è il più trasformativo di tutti. E’ qualcosa di incredibilmente intimo: un suono che inizia dentro di sé, si apre e si condivide in una stanza piena di persone,  ritornando all’udito come qualcosa di più emozionante: l’armonia. Quindi, non sorprende che il canto corale sia un passatempo in aumento. Secondo Chorus America, 32,5 milioni di adulti cantano in cori, fenomeno in crescita di quasi 10 milioni negli ultimi sei anni.

Mentre cresce la popolarità del canto di gruppo, per la scienza è stato difficile spiegare perché esso abbia un effetto così calmante ed energizzante allo stesso tempo sulle persone.

I cantanti corali devono concentrarsi sulla musica e sulla tecnica durante tutto il processo di canto ed è difficile preoccuparsi di cose come il lavoro, i soldi o i problemi familiari quando ci si sta concentrando attivamente su qualcos’altro. Quindi, i cantanti corali tendono ad avere una “zona priva di stress” integrata. L’apprendimento è anche parte del processo, apprendere nuove canzoni, nuove armonie, nuovi metodi, e questo mantiene il cervello attivo e sfida la depressione, soprattutto nelle persone anziane.

Quello che i ricercatori stanno cominciando a scoprire è che il canto è come un infuso dell’ansiolitico perfetto, quello che placa i nervi  ed eleva lo spirito.

Questo effetto può provenire dalle endorfine, un ormone rilasciato durante canto, che è associato a sentimenti di piacere. O potrebbe essere determinato  dall’ossitocina, nota per alleviare l’ansia e lo stress. L’ossitocina aumenta anche i sentimenti di fiducia e di legame, il che può spiegare perché ancora più studi hanno riscontrato che il canto corale riduce i sentimenti di depressione e di solitudine.

In uno studio, nei cantanti si sono riscontrati livelli inferiori di cortisolo, indicando uno stress più basso. Un’indagine molto preliminare suggerisce che le frequenze cardiache dei membri di un coro possono essere sincronizzate durante il canto e questo potrebbe anche spiegare perché esso ha gli stessi effetti della meditazione. Attraverso vari studi la scienza ha scoperto che il canto allevia l’ansia e contribuisce alla qualità della vita. Il Dr. Julene K. Johnson, ricercatore che si è concentrato sui cori di anziani, ha recentemente iniziato uno studio di cinque anni per esaminare come il canto corale sia un metodo  per migliorare la salute e il benessere degli  anziani.

Non è necessario essere bravi cantanti perché il canto faccia stare meglio. Secondo uno studio del 2005, il canto di gruppo “può produrre sensazioni soddisfacenti e terapeutiche anche quando il suono prodotto dallo strumento vocale è di qualità mediocre”.

I sentimenti di appartenenza a un gruppo, di essere necessari agli altri (“Non possiamo farlo senza il nostro tenore!”), vanno a combattere la solitudine che spesso accompagna la condizione umana nei tempi moderni, ed è per questo motivo che il canto suscita sempre più interesse nelle popolazioni occidentali.

BIBLIOGRAFIA

America Ranks Choruses as #1 Form of Arts Participation.” Chorus America. Feb. 25, 2003.http://www.rrcb.org/documents/chorusamerica.doc

Allot, Serena. “Why singing makes you happy.” Telegraph. March 26, 2009.http://www.telegraph.co.uk/health/wellbeing/5050461/Why-singing-makes-you-happy.html

MacLean, Tamara. “Choral singing makes you happy: survey.” Sydney Morning Herald. July 10, 2008.http://news.smh.com.au/national/choral-singing-makes-you-happy-survey-20080710-3cyg.html

 

Leave A Response »