Quali sono i sintomi di emicrania e cefalea

  1. HOME
  2. Articoli
  3. Quali sono i sintomi di emicrania e cefalea
sintomi emicrania

INTRODUZIONE

“Mal di testa” è il termine generico con cui solitamente si tende a indicare qualsiasi dolore localizzato alla testa, di varia intensità e natura. Il termine meno popolare per indicare il mal di testa è “cefalea” o “cefalgia”.

Il seguente articolo fornisce una breve panoramica generale delle diverse caratterizzazioni del disturbo e dei sintomi con cui si presenta. In particolare, ha l’obiettivo di presentare l’utilità dei questionari self report, per indagare il disturbo e giungere ad una comprensione del migliore trattamento possibile finalizzato alla cura.

MOLTEPLICI MANIFESTAZIONI PER UN UNICO DISTURBO

Il mal di testa si manifesta tra le persone in modi differenti e spesso ha caratteristiche varie anche per la stessa persona. L’ International Headache Society (IHS) ha stabilito una serie di criteri restrittivi necessari ad ottenere una diagnosi di emicrania.  Essi si riferiscono: 1) all’esordio del mal di testa, 2) ai fattori scatenanti, 3) alla durata, 4) alla quantità di attacchi, 5) alla localizzazione, 6) alle caratteristiche generali.

Un esempio comune di classificazione per la cefalea è quello che divide il disturbo in: cefalea senza aura e cefalea con aura. Entrambe vengono classificate in base a diversi criteri e sintomi. Più avanti tale classificazione sarà meglio esplicitata.

SINTOMI

I sintomi che caratterizzano il disturbo del mal di testa, in particolare dell’emicrania, sono importanti al fine di comprendere una possibile classificazione di esso.

I pazienti che soffrono di mal di testa riportano diversi sintomi che vengono riferiti come più o meno intensi.

Essi generalmente sono:

  • Nausea / vomito
  • Ipersensibilità al suono e alla luce
  • Disturbi alla vista emersi tra i 5 e i 60 minuti seguenti al mal di testa

Per quanto riguarda invece la classificazione della cefalea con e senza aura i sintomi sono i seguenti.

  1. Sintomi della cefalea senza aura :
  • Attacchi che durano tra le 4 e le 72 ore
  • Mal di testa pulsante
  • Localizzazione unilaterale
  • Mal di testa aggravato dall’attività fisica

Durante il mal di testa è spesso presente anche:

  • Nausea
  • Photophobia

 

  1. La cefalea con aura è essenzialmente simile a quella senza aura, si differenzia soltanto per due aspetti:
  • Gli attacchi durano anche meno di 4 ore
  • Spesso i disturbi visivi precedono il mal di testa

STRUMENTI D’INDAGINE

Uno degli strumenti utilizzati per indagare sulle caratteristiche del mal di testa riportato dalla persona è il questionario self report, spesso in concomitanza con interviste semi- strutturate somministrate da un medico. Questi due strumenti hanno il grande vantaggio di essere facili da utilizzare e poco costosi. I questionari auto somministrati sono generalmente formati da domande relative alla salute generale del paziente e da altre domande progettate per determinare se la persona soffre o meno di mal di testa e, possibilmente, se quest’ultimo soddisfa i criteri di emicrania della IHS.

I questionari sono risultati utili soprattutto per identificare i pazienti con emicrania “definita”.

Qui di seguito si riportano esempi di domande che caratterizzano questionari ed interviste. In particolare le seguenti domande sono prese da questionari ed interviste messe a punto da Gervil, M. et al, (1998) e Hagen, K. et al (2000).

  • Ha sofferto di mal di testa negli ultimi 12 mesi?
  • Quanti attacchi ha avuto negli ultimi 12 mesi?
  • Approssimativamente, quanti giorni al mese soffre di mal di testa?
  • Quanto tempo durano generalmente gli attacchi di mal di testa?
  • Il mal di testa è accompagnato da nausea? Se sì, quanto spesso?
  • Il mal di testa è caratterizzato da dolori pressanti? Se sì, quanto spesso?
  • Il mal di testa si concentra sempre nella stessa zona?
  • La sensibilità alla luce e al suono sono incrementate durante l’attacco di mal di testa?
  • Il mal di testa è aggravato dall’attività fisica?
  • Ha disturbi alla vista che precedono il mal di testa?

 

DIAGNOSI E TRATTAMENTO

La diagnosi alla quale si giunge tramite diversi strumenti, tra cui i questionari self report e le interviste semi-strutturate, è importante al fine di rintracciare e comprendere il migliore trattamento possibile da eseguire. A questo proposito si rimanda a Emicrania: un segno di sofferenza psicologica?

CONCLUSIONE

In conclusione il presente articolo si è soffermato su un disturbo diffuso quanto particolare per la varietà della sue manifestazioni; queste infatti, come è stato visto, sono importanti al fine di rintracciare i sintomi specifici e una diagnosi accurata. A questa è possibile arrivare tramite strumenti veloci ed economici, quali i questionari self report e le interviste; seppur la diagnosi da essi rilevata possa necessitare di ulteriore approfondimento, tali strumenti hanno un ruolo tuttavia fondamentale, sia per il paziente che per il ricercatore/medico. La speranza è quella che tali strumenti, proprio per la loro efficacia, vengano sempre più diffusi e perfezionati nella loro affidabilità e validità.

 

Vuoi saperne di più? Partecipa al nostro seminario gratuito sulle cefalee>>

 

Giulia Protopapa

Valentina Rescignano

 

BIBLIOGRAFIA

Gervil, M., Ulrich, V., Olesen, J., & Russell, M. B. (1998). Screening for migraine in the general population: validation of a simple questionnaire. Cephalalgia18(6), 342-348.

Hagen, K., Zwart, J. A., Vatten, L., Stovner, L. J., & Bovim, G. (2000). Head‐HUNT: validity and reliability of a headache questionnaire in a large population‐based study in Norway. Cephalalgia20(4), 244-250.

I nostri Servizi

Per ricevere assistenza o maggiori informazioni

CONTATTACI ORA

Hai bisogno di aiuto e vuoi ricevere una consulenza GRATUITA?

Vai allo
SPORTELLO DI ASCOLTO

Articoli Correlati

Iscriviti alla Newsletter

Menu