Tocco e regolazione emotiva nella coppia

  1. HOME
  2. Articoli
  3. Tocco e regolazione emotiva nella coppia
tocco coppia

Tocco e regolazione emotiva

Le interazioni non verbali giocano un ruolo fondamentale nelle relazioni umane, specialmente se bisogna comunicare un contenuto emotivo. Nello specifico, il tocco è una strategia di comunicazione affettiva presente durante tutto l’arco della vita e acquisisce un significato particolare all’interno della coppia. Studi recenti hanno dimostrato che anche una leggera stretta di mano al partner è positivamente correlata ad un buon livello di salute di chi la riceve, moderandone i livelli fisiologici di stress, agendo sulla pressione arteriosa, l’alpha-amilasi e l’ossitocina salivare.

In letteratura diverse teorie spiegano questo fenomeno. Secondo la Teoria della base sociale, mantenere la vicinanza sociale permette la regolazione affettiva: i comportamenti di vicinanza infondono sicurezza e, se presenti, riducono la necessità di usare le proprie risorse fisiche per scongiurare le minacce esterne. Un’altra posizione simile sostiene che questo tipo di azioni all’interno delle relazioni romantiche favorisca ricompense positive sia a livello psicologico che fisiologico.

Nello studio condotto da Debrot e altri nel 2013, sono stati analizzate la valenza emotiva di piccole emozioni transitorie e come avviene la regolazione emotiva in seguito alla ricezione del tocco da parte del partner. Lo scopo principale dello studio era studiare come si verificassero nella vita quotidiana i tocchi responsivi nella coppia e come essi attivino lo stato affettivo del partner. Il tocco responsivo o premuroso, infatti, è un fattore critico per la costruzione, il mantenimento della fiducia e dell’intimità nella relazione romantica, in quanto permette il sentirsi capiti, curati, apprezzati e aumenta il benessere mentale e fisico percepito.

Sono state reclutate 102 coppie di età compresa fra i 18-40 anni, insieme da almeno 3 mesi e non sposati. I partecipanti hanno compilato in laboratorio il Relationship Assessment Scale, che valuta il livello di soddisfazione percepito per la propria relazione, mentre a casa hanno inserito giornalmente per una settimana almeno 4 eventi rappresentativi della vita di coppia all’interno di un diario elettronico. In seguito, dopo 6 mesi, hanno compilato e inviato via mail dei questionari di follow-up.

Le misure indagate riguardavano:

  • La valenza affettiva del tocco
  • Modalità del tocco reattivo e reazione del partner
  • Intimità psicologica
  • Livello di benessere percepito dopo il tocco

Regolare le proprie emozioni in coppia

I risultati ottenuti dimostrano che fare del bene agli altri porta beneficio anche a sé stessi. Naturalmente all’interno della coppia non sempre è possibile definire quale sia il partner ricevente o emittente, ma piuttosto il tocco premuroso appare come scambio affettivo fra i due. Il tocco rappresenta una modalità di comunicazione interpersonale e regolazione eccellente per migliorare la propria esperienza emotiva e improntare una migliore intimità di coppia. Infatti, tanto maggiore sarà la percezione di intimità all’interno della coppia e tanto maggiori saranno i benefici affettivi ottenuti.

Il contatto responsivo è positivamente associato al proprio stato affettivo e all’aumento simultaneo di quello del partner. Le modificazioni affettive sono momentanee: innanzitutto l’effetto dipende dalle variabili interindividuali, perché dipende dalla quantità di contatto sperimentato, dalla capacità di rispondere efficacemente alle esigenze ambientali mutevoli e ai bisogni dell’altro e dal tipo di attaccamento sviluppato. Infatti, individui evitanti tenderanno a diffidare del tocco e della buona volontà del partner, per cui la loro reazione potrebbe essere addirittura negativa. Un modello simile è ipotizzabile anche all’interno di coppie con storie conflittuali importanti.

I contatti determinano cambiamenti positivi al di là dello stato d’animo precedente. Questo, consente di escludere l’effetto del tocco come mero correlato di una migliore atmosfera affettiva di coppia. L’effetto “partner” riflette un valore aggiunto rispetto alla “touching culture” di coppia. Si può concludere che il tocco contribuisca alla sincronia emotiva e alla connessione fra coppie.

Il secondo risultato principale è che il tocco responsivo è parzialmente mediato dalla maggiore intimità percepita dal partner ricevente. In altre parole, quando si viene toccati dal proprio partner si sperimenta una forte sensazione di vicinanza e intimità, che ben si associa ad uno stato affettivo più positivo. Il percepirsi intimi implementa il valore del tocco nel breve termine. Lo stesso effetto non è riscontrabile quando si è toccati da estranei. Gli effetti sono maggiori in coppie più soddisfatte della qualità della loro relazione.

Pertanto la qualità e la quantità di contatto scambiato all’interno della coppia è predittivo del miglioramento come anche del mantenimento del benessere psicologico percepito fino a 6 mesi dopo l’inizio della ricerca.

 

Bibliografia

Debrot A., Schoebi D., Perrez M., Horn A.B. (2013), Touch as an Interpersonal Emotion Regulation Process in Couples’Daily Lives: The Mediating Role of Psychological Intimacy.

 

Cos’è la psicoterapia di coppia>> 

Cos’è il massaggio di coppia?>>

 

Desirèe Pesce

 

I nostri Servizi

Per ricevere assistenza o maggiori informazioni

CONTATTACI ORA

Hai bisogno di aiuto e vuoi ricevere una consulenza GRATUITA?

Vai allo
SPORTELLO DI ASCOLTO

Articoli Correlati

Iscriviti alla Newsletter

Menu