Terapia Sessuale

Cos’è la terapia sessuale

La terapia sessuale si distingue dalla terapia di coppia perché è focalizzata ad intervenire su problemi di natura sessuale, come la disfunzione erettile, disturbi del desiderio, anorgasmia, eiaculazione precoce, dispareunia. La terapia sessuale può essere individuale o di coppia. La terapia sessuale individuale è, a tutti gli effetti, una terapia individuale (vedi sopra). La durata della terapia sessuale di coppia è mediamente di 9 mesi – un anno con incontri settimanali, ma come per ogni terapia, la durata è sensibile a diverse variabili tra cui la frequenza degli incontri, il tempo che i partner dedicano alle mansioni a casa, alla natura della problematica sessuale. Per prenotare un colloquio finalizzato alla terapia di coppia, contattare per mail la dott.ssa Francesca Galvani o il Dott. Luca Rizzi o lasciare il proprio numero alla Segreteria, chiedendo di essere ricontattati per fissare un colloquio per una terapia sessuale.

La riscoperta dei valori sessuali

La funzione sessuale è un processo fisiologico naturale, eppure ha una caratteristica tutta sua (…) La manifestazione della reattività sessuale può essere rimandata all’infinito o essere funzionalmente rifiutata anche per tutta una vita. Nessun altro processo fisiologico fondamentale può rivendicare altrettanta adattabilità dell’espressione fisica” (Masters and Johnson, 1968).

La paura di essere sessualmente inadeguati è il più potente dissuasore di una buona funzione sessuale, proprio perché distrae e blocca la ricezione degli stimoli sessuali del partner. Nella terapia sessuale è  perciò indispensabile far conoscere alla coppia il ruolo della componente della paura e non riferirsi mai all’atto sessuale come a un’azione che deve necessariamente avere un determinato esito, ma portare i partner a un reciproco desiderio.

Le modifiche e gli adattamenti del comportamento sessuali auspicati dalla terapia sono considerati desiderabili solo se è possibile instaurarli nel sistema di valori sessuali di ciascuno dei coniugi. Durante la terapia vengono offerte le istruzioni che consentono a ogni membro della coppia di definire il proprio sistema di valori sessuali; quindi, il materiale raccolto in fase di anamnesi può essere poi utilizzato per il riorientamento psicosessuale dei pazienti, dopo aver riconosciuto il sistema di valori utilizzato dalla persona all’arrivo in terapia.

Nella psicoterapia sessuale di coppia, l’oggetto di cura è la relazione coniugale, e non il disturbo sessuale specifico che può presentare uno dei due. Entrambi i membri partecipano e influenzano la relazione e la sessualità. In questo percorso ampio rilievo viene dato alla focalizzazione sensoriale: culturalmente la risposta sessuale avviene principalmente attraverso il tatto, ma nella terapia sessuale si esplora l’ importanza di tutti i sensi, pur concentrandosi sul tatto, vissuto, però, con una nuova consapevolezza. Il terapeuta si avvale generalmente di specifiche tecniche sensoriali: ad esempio, la coppia, una volta a casa, viene invitata a spogliarsi o massaggiarsi per acquisire consapevolezza su quanto avviene in risposta a diversi stimoli esterni ed interni.

Disturbi sessuali trattati

I disturbi sessuali trattati sono:

  • eiaculazione precoce
  • incapacità eiaculatoria
  • disfunzione erettile
  • disfunzione orgasmica
  • vaginismo
  • dispareunia

La terapia sessuale viene effettuata dopo un accertamento dell’assenza di cause organiche.

I nostri Servizi

Per ricevere assistenza o maggiori informazioni

CONTATTACI ORA

Hai bisogno di aiuto e vuoi ricevere una consulenza GRATUITA?

Vai allo
SPORTELLO DI ASCOLTO

Articoli Correlati

Iscriviti alla Newsletter

Menu