Training psicologico per cantanti e insegnanti di canto

La voce è uno strumento musicale che fa parte del nostro organismo e che possiamo imparare ad usare nella sua naturale fisiologia senza sentire troppa fatica ed evitando di danneggiare le corde vocali. 

Per i cantanti…

Non si canta solo con la voce, si canta con tutto il sé: sul piano fisiologico interviene la respirazione calma e diaframmatica, sul piano posturale è importante trovare una postura ben radicata a terra e rilassata nello stesso tempo e modificare la mimica facciale per cambiare l’intonazione; dal piano emotivo intervengono passione, gioia e tristezza, e dal punto di vista cognitivo si attribuisce un valore positivo al proprio modo di cantare e sapere quello che si sta facendo. Il canto è un modo per riscoprire sé stessi, per conoscersi e Sentirsi.

Il canto può essere alterato dall’ansia e causare disfonie nonché noduli alle corde vocali. Infatti, le false corde, per la loro funzione protettiva nei confronti delle corde vocali, possono chiudersi durante un acuto o uno sforzo vocale e provocare lesioni alle pliche vocale, perciò tecniche che accrescono la sicurezza di sé e riducono l’ansia possono essere preventive di disturbi vocali nei cantanti e migliorarne le prestazioni.

Quando cantiamo dobbiamo trovare il giusto equilibrio tra energia e relax, sforzo e facilità. Abbiamo bisogno di energia nel corpo e di fiato. Abbiamo bisogno di sforzo e impegno per sostenere un tono, ma abbiamo bisogno di relax nei muscoli circostanti. Abbiamo bisogno di molta concentrazione per tenere il giusto ritmo e la giusta intonazione, dizione e traduzione, ma abbiamo bisogno di coordinare tutti questi elementi in modo che suoni facile e naturale. Quando troviamo questo equilibrio il canto è meraviglioso. Lo stesso vale per la consapevolezza. Abbiamo bisogno di energia e impegno per collegare la nostra consapevolezza e mantenere una certa continuità da un momento all’altro.

La piena consapevolezza della tensione può aiutare scioglierla. Molte tecniche di meditazione si concentrano esclusivamente sul respiro. Per i cantanti, il respiro è sicuramente uno degli elementi più importanti.

Per gli insegnanti di canto…

Molto importante è anche il ruolo dell’insegnante di canto che deve prestare attenzione agli aspetti psicologici della voce e deve possedere un orecchio allenato per distinguere gli aspetti della storia personale dai dettagli sul modo in cui l’allievo vive il proprio corpo, come usa i colori e le qualità della propria voce, e connetterli al testo, al ritmo e alla dinamica delle canzoni.

Ci sono vari metodi di insegnamento del canto: quello visivo, simile all’uso dell’immaginazione; quello analitico, basato sulla conoscenza dell’anatomo-fisiologia dell’apparato pneumofonoarticolatorio; quello percettivo, basato sull’ascolto di ciò che accade nel nostro corpo in corrispondenza della produzione di determinati suoni; quello acustico basato sul feedback uditivo. Molti cantanti utilizzano quest’ultimo che non sempre si rivela essere un metodo valido a causa della discrepanza tra come uno percepisce la propria voce e ciò che sente quando essa è registrata.

Molti allievi temono di non raggiungere mai i loro obiettivi, altri temono il successo, essi sabotano i loro sforzi, probabilmente perché non sono in grado di gestire le aspettative da cui vengono investiti. Gli insegnanti devono conoscere i tratti di personalità maggiormente soggetti all’uno o all’altro caso.

Destinatari

Questo training è rivolto ai cantanti, a coloro che hanno già una discreta padronanza della tecnica ma che vogliano migliorare la propria prestazione in quanto bloccati da paura del palcoscenico, vergogna, timidezza o ansia da prestazione. Per fare questo si lavorerà non solo sulla voce ma sulla Sicurezza, sul Piacere del Mostrarsi, sulla Consistenza e sull’Autoaffermazione. Non si tratta di un corso di canto, pertanto gli esercizi canori saranno finalizzati alla gestione della paura da palcoscenico e all’acquisizione di sicurezza.

Il corso è rivolto anche agli insegnanti di canto che vogliano migliorare la propria capacità didattica e il loro modo di relazionarsi con gli allievi.

Obiettivi

  • Migliorare le proprie capacità vocali.
  • Imparare ad usare il diaframma come supporto vocale.
  • Ascoltare il proprio corpo per migliorare il controllo e la performance vocale.
  • Ridurre l’ansia da prestazione, la vergogna e l’ansia da palcoscenico.
  • Scoprire il piacere di Mostrarsi e di farsi ascoltare.
  • Sentirsi calmi e sicuri di fronte a un pubblico.

Metodologia

Durante il training verranno utilizzate:

  • Lezioni teoriche.
  • Esercitazioni pratiche di attenzione focalizzata e controllo.
  • Tecniche di gestione dell’ansia.
  • Tecniche per migliorare l’autostima.
  • Esercizi di rilassamento.
  • Tecniche di ginnastica respiratoria
  • Tecniche di vocalizzazione

Logistica

Il training avrà frequenza settimanale con un numero di incontri da definire. Per info, contattare la dott.ssa Francesca Galvani alla mail f.galvani@psicoterapiafunzionale.it.

I nostri Servizi

Per ricevere assistenza o maggiori informazioni

CONTATTACI ORA

Hai bisogno di aiuto e vuoi ricevere una consulenza GRATUITA?

Vai allo
SPORTELLO DI ASCOLTO

Articoli Correlati

Iscriviti alla Newsletter

Menu