Burnout genitoriale e violenza

  1. HOME
  2. Articoli
  3. Burnout genitoriale e violenza
burnout genitoriale violenza

Essere genitori può essere meraviglioso. Tuttavia, può anche essere stressante soprattutto quando non si dispone della capacità di gestire lo stress che deriva dalla genitorialità, tale stress può portare a un burnout.

Il burnout è caratterizzato da un travolgente esaurimento legato al ruolo dei genitori, un allontanamento emotivo dai propri figli e un senso di inefficacia dei genitori. Si sa poco sulle conseguenze del burnout. In questo articolo sono indagati gli effetti di tale situazione e i risultati indicano che il burnout dei genitori aumenta fortemente l’idea di fuga, nonché comportamenti negligenti e violenti nei confronti dei propri figli. Questi risultati mostrano che il burnout dei genitori è una condizione seria che richiede maggiore attenzione.

Le persone di solito si aspettano che essere genitori sia un’esperienza meravigliosa. Ciò non sorprende, data l’enfasi posta sui premi della genitorialità, tuttavia, per molti, essere genitori non è una passeggiata. Può essere uno dei lavori più faticosi che si intraprendono. Dalla nascita, i bambini possono mettere i genitori sotto notevole stress. Il semplice fatto di essere un genitore si confronta con una vasta gamma di problemi quotidiani, fattori di stress acuti (ad es. scoppi, conflitti tra fratelli) e persino fattori di stress cronici (ad es. problemi comportamentali, problemi di salute). Quando i genitori mancano delle risorse necessarie per gestire i fattori di stress infantili, sono a rischio di burnout.

Che cos’è il burnout genitoriale?

Il burnout è definito come uno stato intenso di stanchezza legata al proprio ruolo genitoriale, in cui ci si distacca emotivamente dai propri figli e si è dubbiosi sulla propria capacità di essere un buon genitore. I genitori si sentono svuotati dal loro ruolo, diventano emotivamente distanti dai loro figli: diventano sempre meno coinvolti nella relazione con essi e le interazioni sono limitate ad aspetti funzionali/strumentali a spese delle componenti emozionali, di conseguenza, non si sentono più buoni genitori e perdono piacere di stare con i loro figli. Secondo le stime di prevalenza almeno 3,5 milioni di genitori statunitensi soffrono attualmente di burnout genitoriale che non è il normale stress è una risposta prolungata a cronica e travolgente allo stress. Non si tratta nemmeno di esaurimento da lavoro.

I ricercatori hanno scoperto che i genitori sono a maggior rischio quando:

  • desiderano essere genitori perfetti
  • sono nevrotici o carenti di capacità di gestione delle emozioni e dello stress
  • manca di supporto emotivo o pratico da parte dai genitori o dalla rete sociale in generale
  • scarse capacità di mettere in atto pratiche di educazione dei figli
  • hanno bambini con bisogni speciali che interferiscono  con la vita familiare
  • lavorano a tempo parziale o sono genitori a casa

Quali sono le conseguenze del burnout dei genitori?

Si conoscono poco le conseguenze del burnout dei genitori. Gli studi trasversali suggeriscono che il burnout dei genitori è associato con sintomi depressivi, comportamenti di dipendenza, disturbi del sonno e conflitti di coppia. Idee di scappare o suicidarsi, abbandonare il bambino e la violenza dei genitori sono conseguenze del burnout genitoriale. In assenza di studi longitudinali sperimentali, è impossibile determinare se il burnout genitoriale influisce a sua volta su questi fattori. L’obiettivo della presente ricerca di Mikalajczak, Gross e Roskam èdi rispondere a questa domanda.

La ricerca di Mikalajczak, Gross e Roskam

Basandosi su due studi longitudinali incrociati, la ricerca mira a determinare se e in che misura il burnout dei genitori preveda aumenti nell’ideazione di fuga, abbandono e violenza dei genitori. L’ipotesi dei ricercatori è che:

  1. il burnout dei genitori aumentasse la fuga perché la tendenza a fuggire o ritirarsi da situazioni stressanti è una risposta base allo stress: maggiore è la minaccia, maggiore è la motivazione alla fuga. Inoltre i genitori in burnout non possono dimettersi o essere messi in congedo ciò potrebbe spingerli a pensare a soluzioni più estreme per sfuggire alla loro genitorialità, come ad esempio scappare o suicidarsi.
  2. il burnout dei genitori aumenti la negligenza perché esausti. Inoltre a causa della loro stanchezza è anche probabile che i genitori non abbiano empatia quindi non riescano a percepire con precisione i bisogni dei loro figli
  3.  burnout aumentasse la violenza dei genitori perché biologicamente, lo stress facilita e alimenta la rabbia. I due studi presentati in questo documento sono studi longitudinali incrociati.

Studio 1 – Burnout dei genitori nei contesti culturali di lingua francese

Sono stati valutate le seguenti dimensioni:

  • Socio-demografiche.Ai partecipanti è stato chiesto della loro età, sesso, numero di bambini (più l’età di ogni bambino e se viveva ancora in casa), stato civile, livello di istruzione, reddito familiare netto e organizzazione del lavoro.
  • Burnout parentale: Questo costrutto è stato valutato con l’inventario del burnout parentale. Sottoscale: Esaurimento emotivo (ad esempio, mi sento emotivamente svuotato dal mio ruolo di genitore), Disturbo emotivo (ad esempio, a volte mi sento come se mi stessi prendendo cura del mio bambini con il pilota automatico; Non posso più mostrare ai miei figli quanto li amo) e Sentimenti di inefficacia (ad esempio, realizzo molte cose utili come genitore).
  • Fuga : Questo costrutto è stato valutato con un questionario creato per questo scopo basato sulle testimonianze di genitori in burnout.
  • Negligenza: Questo costrutto è stato valutato con la scala di trascuratezza dei genitori
  • Violenza dei genitori: La violenza dei genitori è stata valutata con la Parental Violence Scale. Un questionario di 15 articoli che misura la violenza verbale (ad esempio, dico cose ai miei figli che poi rimpiango (minacce, insulti, soprannomi ridicoli, ecc. .),violenza fisica (ad esempio, ho sculacciato o schiaffeggiato i miei figli) e violenza psicologica (ad esempio, dico i miei figli che li abbandonerò se non sono buoni).
  • Desiderabilità sociale: date le variabili studiate in questo studio, la forma abbreviata della scala di desiderabilità sociale di Marlowe-Crowne è stata usata per controllare risposta socialmente desiderabile.

È stato dimostrato che la violenza dei genitori era chiaramente una conseguenza del burnout dei genitori piuttosto che un antecedente. Infine, il burnout dei genitori e l’abbandono dei genitori ha avuto effetti circolari (il burnout genitoriale aumenta l’abbandono dei genitori, che a sua volta aumenta il burnout genitoriale e così via).  E’ stato anche esaminato l’effetto complessivo del burnout genitoriale sull’ideazione di fuga e sull’ abbandono e sulla violenza dei genitori. Il burnout genitoriale è associato con l’ideazione di fuga, nonché con l’abbandono da parte del genitori e la violenza dei genitori.

Studio 2 Burnout dei genitori nei contesti culturali di lingua inglese.

I partecipanti sono stati reclutati tramite Prolific (https://www.prolific.ac), un reclutamento di soggetti attraverso una piattaforma creata a Cambridge, nel Regno Unito. I partecipanti che risultavano idonei per lo studio dovevano avere un lavoro ed essere genitori di almeno un bambino.

I partecipanti che hanno soddisfatto i criteri di preselezione sono stati invitati tramite Prolific a completare il sondaggio online su Qualtrics in forma anonima. I partecipanti che hanno completato il questionario sono stati pagati £ 3 per la loro partecipazione.

Sono stati valutate le seguenti dimensioni:

  • Variabili socio-demografiche
  • Il burnout parentale è stato valutato con il Parental Burnout Inventory.
  • L’ideazione di fuga è stata valutata con i seguenti tre elementi: voglio arrendermi, partire senza lasciare alcun indirizzo; Voglio lasciare tutto e iniziare una nuova vita; Ho pensieri suicidi). È stato ottenuto un punteggio globale sommando i punteggi degli getti.
  • La negligenza dei genitori è stata misurata usando una versione abbreviata di 3 elementi della scala di trascuratezza utilizzata nello studio 1. Gli articoli coprono l’abbandono fisico (non mi importa dei miei figli quando so che dovrei (pasti, igiene, ecc.), abbandono educativo (non aiuto i miei figli quando ne hanno davvero bisogno e abbandono emotivo.
  • La violenza dei genitori è stata valutata con una versione abbreviata della Scala di trascuratezza utilizzata nello studio 1. Gli articoli riguardano la violenza verbale (dico cose ai miei figli che poi rimpiango: minacce, insulti, soprannomi ridicoli, ecc.), violenza fisica (sculacciare o schiaffeggiare i miei figli) e violenza psicologica (dico al mio i miei figli che li abbandonerò se non sono buoni).

Ciò che emerge è che le conseguenze per i bambini sono particolarmente preoccupanti, non solo perché il burnout dei genitori è una condizione molto diffusa che sembra avere un grande effetto su questi importanti risultati (che non è così sorprendente, considerando che lo è la genitorialità la fonte della sofferenza dei genitori), ma anche perché sia l’abbandono che la violenza hanno una lunga vita termine effetti dannosi per i bambini colpiti.

Burnout e violenza

I risultati dello studio sono sia di rilevanza scientifica che pratica. I risultati dello studio sottolineano l’importanza di distinguere concettualmente tra il burnout dei genitori e il burnout del lavoro: il burnout dei genitori ha un grande impatto su negligenza e la violenza sui minori, mentre il burnout del lavoro ha un impatto insignificante su questi fattori.

I risultati costituiscono anche un invito all’azione per i ricercatori in psicologia clinica: il burnout genitoriale ha bisogno di cure urgenti. La ricerca è agli inizi e sono necessari ulteriori studi al fine di sviluppare interventi efficaci per prevenire e curare il burnout parentale. Oltre al loro contributo alla scienza psicologica clinica, la ricerca suggerisce che il burnout dei genitori è molto probabilmente un importante mediatore (e forse un moderatore) dell’effetto dei fattori di rischio per l’abbandono e la violenza sui minori.

Le campagne di sensibilizzazione consentirebbero ai genitori distrutti di cercare aiuto (e prendersi cura di), riducendo così il rischio o la frequenza di conseguenze per genitori e figli. E’ importante diagnosticare il burnout dei genitori e fornire ai genitori le cure più appropriate. È necessario intensificare anche l’intervento e la prevenzione del burnout genitoriale.

 

Scopri di più sul training di intelligenza emotiva>>

Partecipa al seminario gratuito sulla gestione della rabbia>>

Chiedi una consulenza sulla genitorialità>>

 

Bibliografia

Moira Mikalajczak, James J. Gross, Isabelle Roskam (2019).  Parental bornout: WHAT IS IT AND WAHY DOES IT MATTER?.

 

 

I nostri Servizi

Per ricevere assistenza o maggiori informazioni

CONTATTACI ORA

Hai bisogno di aiuto e vuoi ricevere una consulenza GRATUITA?

Vai allo
SPORTELLO DI ASCOLTO

Articoli Correlati

Iscriviti alla Newsletter

Menu